COME PRENDERSI CURA DEI CAPELLI

I capelli, pur non rivestendo funzioni essenziali da un punto di vista biologico, possono rappresentare un indicatore dello stato di salute dell’organismo e, da sempre, hanno per l’uomo un profondo valore simbolico ed estetico con importanti implicazioni di carattere psicologico e culturale.
Per questo è opportuno proteggere e curare i capelli dedicando le dovute attenzioni ai possibili trattamenti e seguendo questi basilari consigli:

ALIMENTAZIONE

E’ importante seguire un'alimentazione ricca e bilanciata in tutti i suoi componenti: proteine, glucidi, lipidi, sali minerali e vitamine. Il primo sintomo di malnutrizione è lo sfoltimento dei capelli, infatti nelle carenze proteiche si assiste a fragilità del fusto del capello, secchezza e diminuzione del diametro. I capelli sono formati da cheratina composta, tra gli altri, da due aminoacidi cistina e lisina contenuti anche in carne e pesce. Sono consigliati alimenti ricchi in vitamine (A, E, e del gruppo B) e sali minerali come il ferro, lo zinco, il rame, il selenio e lo zolfo. Può essere utile inoltre l’utilizzo di integratori.

DETERSIONE

E’ consigliato pettinare i capelli e sciogliere i nodi prima del lavaggio. E’ bene utilizzare quantità moderate di prodotto, meglio se diluito, in mezzo bicchiere d’acqua, preferendo shampoo non aggressivi e con un pH simile a quello della cute (5,0 – 6,0). Durante il lavaggio è utile effettuare un leggero massaggio seguito da un abbondante risciacquo con acqua tiepida.
Se i capelli risultano particolarmente danneggiati o necessitano di protezione può risultare opportuna l’applicazione di un balsamo.
Per chi soffre di irritazioni, forfora del cuoio capelluto o eccessiva seborrea, è preferibile ricorrere a prodotti specifici.

DOPO IL LAVAGGIO

Tamponare delicatamente i capelli con una salvietta, meglio evitare gli shock termici come getti d’aria troppo caldi, forti o ravvicinati. E’ consigliabile pettinare i capelli quando sono quasi asciutti, in quanto la resistenza del capello diminuisce quando è imbevuto d’acqua.
Effettuare una spazzolatura delicata e non troppo prolungata con una spazzola a setole morbide.

PROTEZIONE

Le radiazioni UV, unite agli effetti aggressivi dell’acqua salata o ricca di cloro, rovinano la fibra dei capelli. Inoltre un’esposizione prolungata, senza un’adeguata protezione, può causare un progressivo sollevamento delle cellule della cuticola e pertanto i capelli diventano secchi e opachi.
Sovente, decolorazioni, tinte, permanenti possono causare l’indebolimento e la successiva rottura dei capelli. In ogni caso, se effettuate correttamente, queste pratiche cosmetiche non vanno ad agire sul follicolo e non ne causano la caduta.

RICHIEDERE IL CONSIGLIO MEDICO

Esistono diverse anomalie piuttosto frequenti di carattere fisiologico, patologico o occasionale che portano ad alterazioni del cuoio capelluto, della struttura e dell’aspetto dei capelli nonché ad un aumento della loro caduta. In questi casi è consigliabile rivolgersi ad un dermatologo che possa indicare le indagini e i trattamenti più opportuni.